06.68891162
info@c-partners.it

Bonus per l’acquisto di un computer e della connessione internet

Bonus 500 euro PC e Internet: come richiederlo
Pronto il modello per la richiesta del contributo banda ultralarga per le famiglie meno abbienti nella cosiddetta Fase 1 del Piano voucher sulle famiglie a basso reddito
A partire dal 9 novembre prende il via la procedura del Bonus Internet e po 2020 per le famiglie meno abbienti, presentando agli operatori internet l’apposito modulo.
Dopo la pubblicazione in GU del 01.10.2020 n. 243 del Decreto del 7 agosto 2020 rubricato “Piano voucher sulle famiglie a basso reddito”, l’intervento di sostegno per garantire la fruizione di servizi di connessione ad internet in banda ultra larga da parte delle famiglie con ISEE inferiore ai 20.000 euro, viene reso disponibile il modulo per la richiesta di contributo per l’acquisto di un contratto per internet con pc o tablet, che i consumatori potranno presentare da fine ottobre agli operatori per accedere alle offerte presentate dagli stessi.
Ricordiamo che il Piano prevede l’erogazione, per le famiglie meno abbienti, di un contributo massimo di 500,00 euro, sotto forma di sconto, sul prezzo di vendita dei canoni di connessione ad internet in banda ultra larga per un periodo di almeno 12 mesi e, ove presenti, dei relativi servizi di attivazione, nonche’ per la fornitura dei relativi dispositivi elettronici (CPE) e di un tablet o un personal computer, ovvero:
la connettività ad almeno 30 Mbit/s (per una somma non inferiore a 200 euro), e dei relativi dispositivi elettronici (CPE) e un tablet o un personal computer fornito dall’Operatore (per una somma non inferiore a 100 euro e non superiore a 300 euro).
Il contributo non può essere concesso per l’attribuzione del solo tablet o personal computer, in assenza della sottoscrizione di contratti per la fornitura di servizi di connettività.
E’ riconosciuto un solo contributo per ciascun nucleo familiare presente nella medesima unità abitativa.
Come presentare la domanda da parte del contribuente
Ai fini della fruizione del contributo, il contribuente interessato deve presentare presso qualsivoglia canale di vendita (es. on line, Customer Care dell’Operatore, etc.) reso disponibile dagli operatori di telecomunicazioni registrati nell’elenco di cui all’art. 6, un’apposita richiesta (scarica il modulo) con la quale dichiara:
che nell’unità abitativa del nucleo familiare a cui appartiene non è attivo alcun servizio di connettività con velocità pari ad almeno 30 Mbit/s;
di voler utilizzare il modem/router fornito dall’Operatore, o, in alternativa, di voler acquistare/utilizzare modem/router di propria scelta;
che il reddito ISEE del nucleo familiare a cui appartiene è inferiore a 20.000 euro e corredata dai seguenti allegati:
della fotocopia di un documento di identità in corso di validità;
della fotocopia del codice fiscale;
del contratto già in essere con profilo di servizio inferiore a 30 Mbit/s (se presente).
Da fine ottobre i consumatori potranno accedere alle offerte presentate dagli operatori rivolgendosi direttamente agli stessi per riscattare il Voucher di Fase I.
Ma come fare per sapere a quale operatore posso rivolgermi e quali sono le offerte coperte dal voucher? Le informazioni sugli operatori accreditati e sulle offerte disponibili saranno pubblicate sui siti www.infratelitalia.it e bandaultralarga.italia.it e gli elenchi saranno costantemente aggiornati.
Online la piattaforma riservata agli operatori di servizi internet A partire dall’8 ottobre gli operatori telco si potevano registrare per fornire i voucher all’indirizzo
https://voucherbul.infratelitalia.it/ la piattaforma di Infratel Italia realizzata in collaborazione con Invitalia per l’accreditamento degli operatori di telecomunicazioni interessati ad offrire ai consumatori i Voucher di Fase I secondo quanto previsto dal Decreto del Ministro dello Sviluppo Economico del 7 agosto 2020.

A partire dal 19 ottobre è possibile caricare sulla piattaforma le offerte associate al voucher